Ecco i compensi Sanremo 2021: Fiorello, Ibrahimovic ed Elodie

Ecco I Compensi Sanremo 2021 Di Fiorello, Ibrahimovic Ed Elodie
Dopo la definitiva conferma delle date e dei protocolli COVID-19 per il festival arrivano le prime indiscrezioni sui cachet degli ospiti, ecco i compensi Sanremo 2021 di Fiorello, Ibrahimovic ed Elodie.

L’altalenante percorso nell’organizzazione del Festival della canzone italiana, messo in dubbio per via del Covid-19, è arrivato a conclusione, Sanremo 2021 si svolgerà nel rispetto delle norme vigenti sulla Pandemia Covid. La prima settimana di marzo, con un mese di slittamento della data prevista solitamente (febbraio), potremo goderci le emozioni dei nuovi brani proposti dai concorrenti e le esibizioni dei vari ospiti.

Su chi affiancherà Amadeus sul palco dell’Ariston sono trapelate varie indiscrezioni. Sono confermate le presenze di Elodie e Fiorello, e la probabile presenza del calciatore Ibrahimovic e il “ritorno” di Georgina Rodriguez.
Secondo quanto fa trapelare Novella 2000 nella rubrica Alta Portineria, curata per Libero Quotidiano, ecco i compensi Sanremo 2021:

“Il Festival di Sanremo dura cinque giorni e in cinque giorni, secondo quanto scritto da Il Corriere dello Sport diretto da Ivan Zazzaroni, Zlatan Ibrahimovic percepirebbe 50 mila Euro a serata, per un totale di 250 mila euro, stesso cachet che avrebbe Fiorello”.

E queste sarebbero le cifre dei cachet destinate allo showman e all’attaccante del Milan, ma al festival sono attese anche Elodie e Georgina Rodriguez (un ritorno) che dovrebbero percepire:
“Per Elodie, invece, che co-condurrà una sola serata dell’evento, la cifra si aggirerebbe intorno ai 25 mila Euro: che dite, facciamo una colletta? Segreto invece il cachet di Georgina Rodriguez, lo scorso anno per una serata percepì 140 mila Euro. Farà uno sconto?”.

Le indiscrezioni sui compensi degli ospiti del settantunesimo Festival di Sanremo, in programma dal 2 al 6 marzo al Teatro Ariston di Sanremo e condotto per il secondo anno consecutivo da Amadeus, sono state rivelate dal direttore di Novella 2000, Roberto Alessi.