La Regina Elisabetta si vaccina contro il Covid

La Regina Elisabetta Si Vaccina Contro Il Covid

La Regina Elisabetta si è vaccinata contro il Covid, a rendere pubblica la notizia è stata Sua Maestà, per incoraggiare i britannici a sottoporsi al vaccino. Elisabetta II, 94 anni, ha ricevuto il vaccino contro il Covid e insieme a lei è stato vaccinato anche il principe Filippo, che compirà 100 anni il prossimo giugno.

A confermare la notizia è stato Buckingham Palace. La fonte reale ha fatto sapere che la Regina Elisabetta e il marito il Principe Filippo sono stati vaccinati sabato al Castello di Windsor. Le questioni mediche dei reali di solito rimangono strettamente private, soprattutto quando coinvolgono la regina.

Ma è stata la stessa Elisabetta II a voler rendere pubblica la sua vaccinazione, per sensibilizzare i sudditi e incoraggiarli a fare lo stesso. La Regina Elisabetta si vaccina contro il Covid. La Regina Elisabettada quando c’è la pandemia in corso non ha svolto nemmeno un incarico pubblico al di fuori della residenza reale.

E’ stata resa nota una curiosità sulla Regina, si tratta del “test della mosca morta”. La responsabile che forma i domestici agli standard reali, ha svelato una prova molto strana ecco di cosa si tratta: “Posiziono l’insetto nel camino o sul tappeto, il candidato dovrà accorgersi del dettaglio”. Poi, quando porto il candidato nella stanza, gli do tempo di guardarsi intorno e gli indico proprio il camino e il tappeto, decantandone la preziosità”. A quel punto, le possibili reazioni sono tre:  La mia speranza è che l’aspirante governante si accorga dell’insetto, accade più o meno nella metà dei casi. Posso dire che cinque su dieci notano la mosca morta, ma soltanto una persona si abbassa a raccoglierla.

Ecco quella è la domestica perfetta per lavorare a corte, perché significa che ha occhio anche per le piccole cose e agisce immediatamente”. Secondo il “Mirror”, l’ultima governante al servizio della regina Elisabetta è stata assunta lo scorso ottobre, con uno stipendio di 22mila euro, oltre a pranzi, cene, spese di viaggio e la possibilità di risiedere negli edifici reali, sia in città che in campagna.